All news

tutto pronto per la Laureus F1 Charity Night

La Laureus F1 Charity Night, l’annuale evento di fundraising a sostegno delle attività della Fondazione Laureus Italia Onlus, che si terrà a Milano, presso il suggestivo Spazio Antologico di via Mecenate, giovedì 5 settembre, giunge alla sesta edizione, ma si rinnova completamente nel format. Merito di Feelrouge Worldwide Shows, l’agenzia specializzata nella realizzazione di grandi eventi, che proporrà un vero e proprio show, basato sui concetti di tempo e velocità.

Così come nello sport il risultato di una competizione è espressione di ciò che un atleta riesce a raggiungere nel tempo che gli è stato concesso, allo stesso modo per Laureus il tempo è una discriminante fondamentale, il momento di crescita dei ragazzi, in cui è necessario agire tempestivamente. Questo è il concept portante su cui si snoda la Laureus F1 Charity Night, impreziosita dalla presenza di Ambassadors, Academy Member e testimonial, tra cui Marvin Hagler, Giacomo Agostini, Leonardo Fioravanti, Sean Fitzpatrick, David Coulthard e Maria Riesch. A illuminare la scena ci saranno anche Serena Autieri, che delizierà la platea con un’emozionante esibizione canora, Michelle HunzikerFilippa Lagerback e Paolo Scaroni.

Per garantire la partecipazione del pubblico lo spazio è articolato in un continuum con due palchi, uniti da una passerella, circondati da quattro megaschermi. Ad animare la serata sarà una competizione virtuosa ed emozionante di testimonianze e progetti. Il mondo Laureus, come il circus della Formula 1, è

composto da team e proprio quattro squadre saranno protagoniste della serata, con il compito di suscitare interesse e adesione ai loro progetti.

Le quattro squadre sosterranno altrettanti progetti della Fondazione Laureus Italia Onlus: Vela & Surf, promosso a Napoli e Roma con l’obiettivo di promuovere l’inserimento professionale e l’istruzione, Softball, a Milano, che sensibilizza sull’equità di genere, Tukiki & Calcio sociale, a Milano e Roma, che pone l’accento sull’inclusione, e il Basket, a Milano e Napoli, che punta sempre sull’istruzione. Come in un talent show, ogni team, composto da un capo squadra, un tutor e un performer, avrà a disposizione 8 minuti per raccontare la sua storia, avvalendosi di video e testimonianze, utili a creare consenso per ottenere donazioni con l’acquisto dei memorabilia all’asta. Su ogni tavolo saranno posizionati tre tablet che mostreranno in diretta l’andamento della raccolta fondi e attraverso i quali sarà possibile rilanciare la propria offerta.

Tra gli oggetti all’asta ci saranno le maglie Laureus autografate da Roger Federer, in occasione dell’ultima edizione di Wimbledon, e dai giocatori della nazionale italiana di rugby, in procinto di partire per il Giappone per la Coppa del Mondo. E ancora, la maglia della Juventus di Cristiano Ronaldo, il pallone da basket firmato da Danilo Gallinari, i guanti da gara di Nico Rosberg, e un giro in barca a vela con Furio Benussi.

Dallo scorso primo di agosto e fino al 4 settembre (chiusura alle ore 22.00) è attiva la pre-asta della Fondazione Laureus sulla piattaforma benefica di CharityStars (http://www.charitystars.com/laureus2019), cui è possibile partecipare facendo offerte per aggiudicarsi i lotti proposti. Il valore raggiunto online su Charity Stars costituirà poi la base d’asta per la Laureus F1 Charity Night.

La serata sarà condotta da Federica Masolin, apprezzata giornalista e volto di Sky Sport della Formula 1, e Rudy Zerbi, conduttore radiofonico di Radio Deejay e produttore discografico italiano, oltre ad essere un noto personaggio televisivo.

Al menù stellato della serata ci penseranno invece Davide Oldani, ambasciatore Laureus Italia, e Andrea Berton.

Oltre ai memorabilia dei campioni dello sport, protagonisti dell’asta saranno pezzi unici ed esclusivi donati da rinomati luxury brand: IWC Schaffhausen, Smart (con Garage Italia), Piaggio & C., Jaeger-LeCoultre, Baume&Mercier, Mercedes-Benz, Chloé, Caruso, Tod’s, Roger Vivier, Moncler, Montblanc, Christofle Paris, Lancel, Edhèn, Adidas, Ferrari Trento e vari oggetti personali donati negli anni dagli Ambassador Laureus.

Tutti i proventi verranno destinati a sostegno dei progetti della Fondazione Laureus Italia Onlus attivi nelle periferie delle città di Milano, Napoli, Torino, Roma e Genova. Dal 2005 ad oggi la Fondazione ha sostenuto più di 5000 bambini che vivono in realtà di forte deprivazione socio-economica, attraverso numerosi progetti che offrono più di 20 differenti attività sportive. Per allargare il raggio di azione della Fondazione privati e aziende possono contribuire alla serata di gala attraverso sponsorship e partnership.

  

Previous post

Nilox si conferma partner e-mobility dell'FC Inter

Next post

Più che il programma delle (5)Stelle è il "libro dei sogni"

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.