All newsAltri eventiBetting & GamingCalcioCalcio.InternazionaleIstituzione e AttualitàSport BusinessSport e Scommesse

Per Paddy Power è l’ora delle riserve azzurre

Debuttanti alla carica in Italia-Irlanda. Con gli azzurri già primi nel Girone “E”, Antonio Conte darà un’opportunità a chi fino a ora ha avuto meno spazio. Il ct cambierà nove uomini su undici in vista della gara di Villeneuve d’Ascq e tra quanti scenderanno in campo domani sera ci saranno molti esordienti: calciatori che non hanno ancora giocato nemmeno un minuto a Euro 2016.

ElSharaawy

Una buona chance anche in chiave scommessa: spicca ad esempio la quota di Stephan El Shaarawy, schierato a sinistra come esterno di centrocampo e dato a 3,25 per un gol. Stessa quota che viene assegnata ai due componenti dell’inedita coppia d’attacco Zaza-Immobile (per loro, complessivamente, si contano poco meno di 60 minuti giocati nelle prime due partite). Sull’esterno destro potrebbe esserci spazio per un altro debuttante, Federico Bernardeschi: la sua firma sulla partita, informa Agipronews, viaggia a 6,00.

In mediana, invece, c’è da seguire la quota di Stefano Sturaro: per il bianconero il gol al debutto è un’occasione da 18 volte la scommessa. Chance in attacco anche per Lorenzo Insigne, l’unico degli attaccanti ancora senza minuti giocati: la punta del Napoli non è tra i papabili, ma potrebbe scendere in campo a partita in corso; anche per lui un gol è piazzato a 3,25 su Paddypower.it.

In questo caso l’esordiente da seguire è Angelo Ogbonna, che potrebbe sfruttare la prestanza fisica per bucare i verdi, la sua rete è un affare a 18,00. Quanto al risultato della partita, ci sono due piccoli “amarcord” da associare alle quote. Il primo è recente e riguarda Euro 2012: anche allora affrontammo l’Irlanda nella terza giornata del gruppo, vincendo: il bis degli azzurri è a 2,45 per domani.

Risale invece al 1994 la vittoria dei verdi contro l’Italia, nel Girone E del mondiale Usa, un ricorso storico che pagherebbe 3,00. In entrambi i casi gli azzurri arrivarono poi in finale, perdendo. Comunque vada domani sera, la speranza è che la “profezia” possa essere ribaltata: un’impresa che vale 12 volte la scommessa, a tanto si gioca il trionfo dell’Italia a Euro 2016

Previous post

A Roma la presentazione del report "Sport per Tutti"

Next post

Nielsen si rafforza nello Sport mondiale acquisendo Repucom

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.