All newsAltri eventiAziendeBrandCalciocalcio femminileEconomia E Politica

LA WOMEN’S SUPER LEAGUE PUO’ DIVENTARE SOSTENIBILE ENTRO DUE CICLI DI DIRITTI MEDIATICI

(di Lorenzo Di Nubila) – La Women’s Super League (WSL) può diventare sostenibile entro due cicli di diritti mediatici, secondo Kelly Simmons, capo del gioco professionistico della Football Association (FA).
Kelly Simmons è stata sostenuta dall’accordo triennale di 24 milioni di sterline inglesi (33 milioni di dollari) recentemente firmato con la rete televisiva a pagamento Sky Sports e l’emittente del servizio pubblico BBC. I nuovi contratti sui diritti, che entreranno in vigore per la stagione 2021/2022 e dovrebbero aumentare l’esposizione della WSL, arrivano a due anni dall’accordo di sponsorizzazione del titolo del Regno Unito da 10 milioni di sterline (13,7 milioni di dollari) con Barclays Bank.
La WSL quest’anno segna il suo decimo anniversario come competizione completamente professionale ed è cresciuta anche come numero di squadre, passando dalle sue otto squadre fondatrici a 12. In un intervento al Times, Kelly Simmons ha affermato che si aspetta un’importante crescita commerciale nel prossimo decennio.
La stessa Simmons ha sottolineato: “Il grande cambiamento per me sarà che il gioco femminile dovrebbe essere in grado di generare entrate sufficienti in dieci anni per reggersi in piedi da solo. Abbiamo visto Barclays, abbiamo visto gli annunci sui diritti televisivi multimilionari che abbiamo fatto un paio di settimane fa, ma non è ancora sostenibile. Penso che in dieci anni vedremo quel cambiamento, i ricavi cresceranno e, alla fine, dovremmo guardare ad un campionato professionistico sostenibile a pieno titolo e questo sarà un grande cambiamento“.
Previous post

Holding CFC SpA pone le basi per il nuovo piano biennale

Next post

MLS: CHARLOTTE FC FIRMA L'ACCORDO SUI DIRITTI DI TRASMISSIONE LOCALE CON COX MEDIA

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.