All newsAziendeCalcioCalcio.InternazionaleDigital Media SportDiritti di immagineEconomia E PoliticaPremier LeaguePrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSport Business

La rivolta dei tifosi dei Red Devils contro i Glazer colpisce lo sponsor TeamViewer

(di Guido Paolo De Felice) – Dopo l’invasione di campo e gli scontri che hanno portato al rinvio della partita con gli avversari del Liverpool, i tifosi hanno deciso di colpire la famiglia Glazer, proprietaria del Manchester United, dal punto di vista finanziario “attaccando” (a livello digitale) le aziende partner del club britannico.

Da martedì pomeriggio è in atto una vera aggressione alle recensioni della società tecnologica e produttrice di software TeamViewer sul portale specializzatoTrustpilot. Al momento la “social proof” della società è crollata (a causa di un enorme numero di recensioni negative) ad una sola stella. La stessa Trustpilot ha dovuto rilasciare una nota per spiegare ciò che sta accadendo: “Attenzione! Questo profilo ha visto un aumento significativo delle recensioni a seguito dell’attenzione dei media relativamente ad una partnership che l’azienda ha stretto con una squadra sportiva. Sebbene comprendiamo che tu voglia esprimere la tua opinione su cose nelle notizie e problemi di tendenza sui social media, Trustpilot è un luogo per il feedback basato su esperienze di acquisto e di servizio autentiche. Se hai avuto un’esperienza genuina con TeamViewer, sei ovviamente più che benvenuto a lasciare la tua recensione qui. Se la tua recensione non riflette un’autentica esperienza di acquisto o di servizio, Trustpilot si riserva il diritto di rimuoverla.

Al momento su 3.126 recensioni, il 95% delle recensioni è ad una “stella”. E il numero sta crescendo minuto dopo minuto.

Nel marzo scorso, TeamViewer aveva ufficializzato un accordo da 47 milioni di sterline all’anno per sponsorizzare le maglie del club.

Martedì pomeriggio, questo approccio denigratorio si è intensificato, quando un gruppo di fan anonimi dello United sui social media ha pubblicato una lettera aperta, taggando gli sponsor del club, avvertendo che sono considerati “obiettivi legittimi” a causa della loro associazione con il club.

La lettera recitava testualmente: “In qualità di partner commerciali della famiglia Glazer, siete obiettivi legittimi della fan base globale perché i 279 milioni di sterline all’anno che pagate non saranno investiti nella squadra per competere con i migliori club che lo United ora insegue. Non saranno utilizzati nella ristrutturazione dell’Old Trafford o delle strutture di allenamento. Entrambi così obsoleti da essere diventati un simbolo del disinteresse dei Glazer per il club. A tal fine, i tifosi del Manchester United boicotteranno i vostri prodotti, cercheranno di offuscare i marchi e sosterranno i concorrenti fino a quando non terminerai la partnership commerciale con la famiglia Glazer“.

Previous post

Il brand Castore vestirà la McLaren Racing

Next post

All’Orogel Stadium torna “Per un calcio integrato”

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.