All newsAltri eventiAltri SportConihome pageIstituzione e AttualitàOlimpiadiRoma 2024Sport FederazioniSport.Dilettantistico - Ass. Sportive

La candidatura di Roma2024 finisce alla Camera nel question time

Nella giornata di ieri il deputato Lega Nord, Guido Guidesi, ha chiesto chiarimenti sul progetto di candidatura “Roma2024” al ministro Pier Carlo Padoan (MEF). Di seguito l’interrogazione a risposta durante il “question time” alla Camera. 

13728960_10209681051253368_2450072422598074983_n

Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-02423
presentato da
GUIDESI Guido
testo di
Martedì 26 luglio 2016, seduta n. 662
GUIDESI, FEDRIGA, ALLASIA, ATTAGUILE, BORGHESI, BOSSI, BUSIN, CAPARINI, CASTIELLO, GIANCARLO GIORGETTI, GRIMOLDI,INVERNIZZI, MOLTENI, PICCHI, GIANLUCA PINI, RONDINI, SALTAMARTINI e SIMONETTI. — Al Ministro dell’economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:
sembra confermata l’esclusione, nel programma dell’amministrazione capitolina del MoVimento 5 Stelle, della corsa di Roma per aggiudicarsi i giochi olimpici del 2024;
già durante la campagna elettorale la neo sindaca Virginia Raggi aveva ripetutamente dichiarato che le olimpiadi per Roma non costituivano una priorità ed ora non c’è alcun accenno a tale candidatura nelle linee programmatiche approvate giovedì 21 luglio 2016 dalla giunta capitolina;
per tale candidatura il Governo aveva già stanziato 2 milioni di euro nel 2016 ed ulteriori 8 milioni di euro previsti per il 2017, risorse che a questo punto, secondo gli interroganti, non trovano più ragione d’essere, come peraltro non trova più motivo di esistere il comitato di promozione capitanato dal duo Montezemolo-Malagò;
il timore, quasi certezza, è che siano stati investiti milioni di euro per sponsorizzare una candidatura inesistente, soldi dei contribuenti sottratti a finalità ben più urgenti, come l’abbattimento del cuneo fiscale, l’aumento delle pensioni minime, la salvaguardia degli esodati ancora esclusi ed altro;
la Lega Nord ha già in passato denunciato la fumosa gestione dei primi fondi stanziati dal Governo per la promozione di «Roma 2024», in mancanza di chiarezza sugli interventi che si intendevano porre in essere e di un’attenta valutazione della fattibilità e sostenibilità economico-finanziaria dei costi di realizzazione delle strutture necessarie –:
se il Governo non ritenga di stornare le risorse di cui in premessa, sottraendole al Comitato olimpico Roma 2024, e quali iniziative, nell’ambito delle proprie competenze, intenda adottare per far luce sulle modalità e sulle finalità di spesa dei soldi finora utilizzati dai vertici del comitato promotore, quale atto di trasparenza doveroso nei confronti dei cittadini contribuenti. (3-02423)

(Elementi e iniziative in ordine alle risorse stanziate per la candidatura della città di Roma a sede delle Olimpiadi 2024 – n. 3-02423)

  PRESIDENTE. L’onorevole Guidesi ha facoltà di illustrare la sua interrogazione n. 3–02423 (Vedi All. A), concernente elementi e iniziative in ordine alle risorse stanziate per la candidatura della città di Roma a sede delle Olimpiadi 2024 (Vedi l’allegato A –Interrogazioni a risposta immediata), ha un minuto.

  GUIDO GUIDESI. Signor Presidente, signor Ministro, è noto il fatto che il Governo spinga molto per la candidatura alle Olimpiadi del 2024 per la città di Roma, è noto altresì il fatto che noi abbiamo sempre osteggiato questa scelta ma è noto altresì il fatto che il comune di Roma oggi ha un nuovo sindaco, sindaco che pare risultare coerente con i suoi propositi di campagna elettorale tanto che nelle linee programmatiche presentate al consiglio comunale non vi è la candidatura della città per le Olimpiadi del 2024. Siccome il Governo ha stanziato nell’ultima legge di stabilità ben 10 milioni di euro per il Comitato promozionale, 2 milioni per quest’anno e 8 milioni per il prossimo, siamo a chiedere per cui se non ritenete di disimpegnare quei soldi e di chiedere una rendicontazione efficace al Comitato promotore.

PRESIDENTE. Il Ministro dell’economia e delle finanze, Pier Carlo Padoan, ha facoltà di rispondere.

 PIER CARLO PADOAN, Ministro dell’economia e delle finanze. Signor Presidente, ai sensi dell’articolo 1, comma 991, della legge di stabilità 2016, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, all’interno del capitolo di spesa 1896, somma da erogare per il finanziamento del CONI, è stato istituito il piano di gestione n. 4, Comitato promotore Olimpiadi Roma 2024, con uno stanziamento di 2 milioni di euro per l’anno 2016 e 8 milioni per l’anno 2017.

Per quanto riguarda lo stanziamento del corrente esercizio finanziario, il Dipartimento del tesoro ha effettuato il trasferimento ad oggi dell’importo di 1 milione di euro al Comitato olimpico nazionale italiano. Inoltre, nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, è stato istituito il capitolo di spesa 7457, «somme da assegnare alla Presidenza del Consiglio dei ministri per il Fondo sport e periferiche», con una dotazione di 20 milioni di euro per il 2015, 50 per il 2016 e 30 per il 2017, delle quali quota parte è destinata a finanziare attività e interventi finalizzati alla presentazione e alla promozione della candidatura di Roma per il 2024. L’assemblea capitolina ha approvato il 25 giugno 2015 una mozione a favore della presentazione della candidatura di Roma ai trentatreesimi Giochi olimpici e ai diciassettesimi Giochi paraolimpici del 2024. Il progetto di candidatura è pertanto operativo da oltre un anno, avendo comportato l’assunzione di impegni per molte attività a valere per l’intero arco del periodo di candidatura e cioè fino alla scelta della città candidata, prevista per settembre 2017. I fondi inseriti dal Governo nell’ultima legge di stabilità sono indispensabili, insieme ad altri fondi, a coprire le attività svolte e quelle da finalizzare. Allo stato, è in corso un processo di valutazione e analisi tecnica da parte dell’amministrazione di Roma. Non risulta allo stato alcuna cancellazione della candidatura olimpica della città di Roma.

PRESIDENTE. L’onorevole Guidesi ha facoltà di replicare, per due minuti.

  GUIDO GUIDESI. Signor Presidente, qui c’è un po’ un rimpallo tra voi e il comune di Roma. Nella speranza che il comune di Roma ribadisca le linee programmatiche e il programma di campagna elettorale e le parole del nuovo sindaco Raggi di campagna, noi ne saremmo assolutamente contenti, ma detto questo, nella mancata chiarezza tra voi e il comune di Roma, si sta semplicemente rischiando di buttar via dei soldi per una candidatura che domani potrebbe non essere nemmeno presentata.

Allora io credo che, per garantire i soldi pubblici dei cittadini, questa chiarezza ci debba essere subito. Non credo che ci possiamo permettere nella situazione in cui siamo – la dico tutta – di mandare in giro per il mondo il signor Malagò e il signor Montezemolo a fare festa e festeggiamenti per una candidatura che magari potrebbe anche non esserci. Noi continueremo ad insistere su questa situazione, chiedendo chiarezza e chiedendo che quei soldi non vengano spesi, ma chiedendo soprattutto che i soldi che sono stati già spesi dal Comitato promozionale siano rendicontati e siano posti davanti alla Commissione bilancio del Parlamento per capire dove sono stati spesi. A me sembra che in un momento di crisi economica come quella che stiamo vivendo questa è una vera presa in giro.

Previous post

Parigi2024: l'Olimpiade (non) val bene una messa

Next post

Fognini a Rio2016 con Herbalife24

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.