All newsAltri eventiAltri SportAtletica LeggeraFederazioni ItalianeFormazione&ConvegniIstituzione e AttualitàPunto e a CapoRunningSolidarietà

Il progetto GeoLAB spicca il volo

Il prossimo 16 ottobre si svolgerà la lezione inaugurale del corso GeoLAB, la prima accademia virtuale per diventare “Street Coach”. GeoLAB è un progetto della FIDAL e co-finanziato dall’Unione Europea che, insieme al progetto GEOpard, mira a prevenire la radicalizzazione e l’isolamento attraverso la corsa e lo sport.

Il running è, infatti, una delle attività sportive amatoriali più praticate al mondo, uno sport aperto a tutti che non necessita l’uso di particolare equipaggiamento o infrastrutture di base né implica elevati costi di attivazione.

Tuttavia, è da sempre considerato uno sport individuale. FIDAL, attraverso il progetto GEOpard, ha intrapreso un percorso che vuole ribaltare tale convinzione e fare del running uno strumento di socializzazione.

Una delle funzioni interessanti della piattaforma GEOpard infatti, è la possibilità di scaricare e creare corse cittadine in tutta Europa, sfidare gli altri runner, anche a distanza, e condividere con la propria community risultati, foto e video divertendosi con vecchi e nuovi amici.

Attraverso la piattaforma si accede anche a GeoLAB, progetto focalizzato sul “Coaching” come strumento di integrazione e inclusione sociale, specie nei contesti urbani ove più frequenti sono gli episodi di violenza ed esclusione dovuti a fragilità giovanili. Il programma di formazione, appositamente sviluppato per GeoLAB, fornirà agli Street Coaches un insieme di competenze tecnico-sportive e socio-psicologiche per affiancare al meglio i giovani a rischio e coinvolgerli nel meraviglioso mondo del running.

Il corso, svolto in modalità seminariale online e in lingua inglese, avrà una durata di 35 ore complessive e sarà attivato nei mesi di novembre e dicembre 2021. Vi parteciperanno quaranta under 35 provenienti da tutta Europa, e in particolare dai Paesi partner di progetto: Italia, Slovenia, Croazia, Portogallo e Bulgaria.

Al termine del corso verranno organizzate le RARE’s (Race Against Racism Events) dove i partecipanti potranno mettere in pratica ciò che hanno imparato con il programma.

L’obiettivo principale che i due Progetti si propongono è creare un nuovo approccio alla corsa, intesa come disciplina non più solitaria ma comunitaria che può coinvolgere e includere ciascuno di noi contro ogni forma di discriminazione e ogni forma di isolamento.

Una fantastica opportunità per molti ragazzi che potranno così misurare le loro capacità e allo stesso tempo aiutare i propri coetanei in difficoltà.

Per restare informati e conoscere tutto sul mondo GEOpard e GeoLAB potete consultare il sito www.geo-pard.com, Facebook (Geopard project, GeoLab Project), Instagram (geopardproject, geolab project), Linkedin (Geopard Geolab Eu Sport Project).

Per partecipare ed avere tutte le informazioni sul corso basta inviare una mail all’indirizzo info@geolab-project.com

Il corso, svolto in modalità seminariale online e in lingua inglese, avrà una durata di 35 ore complessive e sarà attivato nei mesi di novembre e dicembre 2021. 
Vi parteciperanno quaranta under 35 provenienti da tutta Europa, e in particolare dai Paesi partner di progetto: Italia, Slovenia, Croazia, Portogallo e Bulgaria.
Link social del progetto Geopard: 

Facebook: https://www.facebook.com/geopardproject/

Linkedin: https://it.linkedin.com/in/geopard-geolab-eu-sport-project-a37bb2205

Instagram: https://www.instagram.com/geopardproject/?hl=it

 

Previous post

Il presidente Gravina (FIGC) incontra al Druso Walter Baumgartner (FC Südtirol)

Next post

"VINCERE INSIEME": IL 15 OTTOBRE EVENTO AL TEATRO VENTIDIO BASSO

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.