All newsAltri eventiCalcioCalcioCalcio.InternazionaleCalciomercatoChampions LeagueEconomia E PoliticaEmergenza CoronavirusEuropa LeagueFair Play Finanziariohome pageIstituzione e AttualitàLiga SantanderSponsorshipSport Business

Atlético Madrid a rischio se confermato il 6° posto in campionato. Rojiblancos fuori dalla Champions

(di Felix Agresti de Philippis) -Gli organismi dirigenziali del calcio spagnolo stanno decidendo, in queste ore, il futuro della stagione 2019/20, interrottasi il primo weekend di marzo. Il numero uno della federazione calcistica iberica, Luis Rubiales, ha avanzato la proposta di terminare il campionato con le posizioni attuali, nonostante rimangano 11 partite ancora da disputare. Temporaneamente sesto, l’Atlético de Madrid rimarrebbe dunque fuori dalla prossima edizione della Champions League.

 Il danno economico che deriverebbe dalla mancata partecipazione alla massima competizione continentale sarebbe enorme. Nelle ultime sette stagioni i Colchoneros di Pablo Simeone hanno sempre centrato la qualificazione in Champions, riuscendo ad accumulare oltre 400 milioni di euro di ricavi (solo nell’ultima stagione sono entrati nelle casse dell’Atlético ben 85 milioni). Tali introiti hanno permesso alla seconda squadra di Madrid, anno dopo anno, di accrescere il proprio status come club, sia a livello domestico che in ambito europeo. A parte i trofei conquistati e gli acquisti importanti di questi ultimi anni (Lemar e Joao Felix su tutti), questi introiti hanno reso possibile la costruzione del Wanda Metropolitano, il nuovo stadio ultramoderno che, a sua volta, ha contribuito a far lievitare gli incassi provenienti dalle partite interne.

 Nel caso in cui la proposta di Luis Rubiales dovesse tramutarsi in realtà, la squadra di Simeone si ritroverebbe a disputare l’Europa League, una competizione, che, visto il suo prestigio inferiore, non garantirebbe al club madrileno gli stessi ricavi della Champions (lo scorso anno, ad esempio, gli introiti del Chelsea vincitore della Coppa ammontarono a “solo” 46 milioni di euro).

Una possibile mancata partecipazione dei Colchoneros alla prossima Champions League potrebbe avere anche dei risvolti sul lato “mercato”. Per compensare i mancati introiti, il direttore sportivo rojiblanco Andrea Berta potrebbe essere costretto a vendere uno dei suoi giocatori più importanti. Fonti vicine al club madrileno fanno sapere che in caso di necessità i due calciatori da “sacrificare” in nome del bilancio sarebbero Saúl Ñíguez e Thomas Partey. Lo spagnolo ha una clausola rescissoria di 150 milioni di euro e tanti estimatori in giro per l’Europa, mentre il mediano ghanese già in passato è stato seguito con particolare insistenza dell’Arsenal FC (English Premier League).

Previous post

SAN SIRO, INTER E MILAN INCONTRANO L'AMMINISTRAZIONE PER RISTRUTTURARE LO STADIO

Next post

Sponsorship: nuovo accordo FC St.Pauli-Congstar: ancora assieme per due anni

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.