All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSerie A - Serie BSponsorshipSport Business

A Milan: il 19° scudetto vale 27 milioni di euro. Il ManCity ne guadagna invece 67

(di Antonio Spina) – Dopo undici anni, l’AC Milan torna a vincere lo scudetto battendo il Sassuolo per 3-0 al Mapei Stadium di Reggio Emilia. I rossoneri si sono laureati campioni d’Italia per la 19ima volta nella loro storia, superando, di appena due punti, i rivali storici dell’FC Inter.

Secondo quanto riportato dal quotidiano economico Sole 24 Ore, a “Casa Milan”, la sede del club rossonero, il presidente Paolo Scaroni, l’amministratore delegato Ivan Gazidis, i manager Marco Patuano (ex Telecom Italia ed ex famiglia Benetton), Massimo Ferrari (direttore generale di WeBuild), Salvatore Cerchione (Blue Skye – titolare del 51% di Project Redblack, a sua volta controllante di Rossoneri Sport Investment Lux, che detiene il 99,93% del brand rossonero) e Gordon Singer, proprietario del fondo Elliott Management Corp., si sono riuniti per fare i primi bilanci di fine stagione. Arrivare primi in Serie A, infatti, vale un “tesoretto” vicino a 27 milioni di euro.

Cifra lontanissima rispetto alla Premier League, dove il vincitore del torneo incassa più del doppio rispetto all’Italia: il Manchester City di Pep Guardiola, fresco vincitore del campionato UK, riceverà un assegno da 67 milioni di euro. In Italia lo scudetto porta nelle casse del club vincitore una somma pari a 17 milioni di euro.

Secondo il montepremi determinato dalla Lega calcio i primi tre classificati ricevono una cifra superiore a poco più di 50 milioni di euro. Cifre importanti per il calcio italiano, ma che non tengono il confronto con quelle della Premier League, il campionato più ricco e potente d’Europa e del mondo.

Infatti, il club vincente porta a casa un premio pari a 44 milioni di sterline (52 milioni di euro, ovvero il totale delle prime tre italiane). Il podio vale in totale 150 milioni di sterline (quasi 180 milioni di euro). C’è da considerare che bisogna aggiungere gli introiti della Uefa per l’accesso alla Champions League, in base al meccanismo del cosiddetto market pool (condivisione dell’introiti di mercato): 15 milioni di euro per il campionato inglese, 10 milioni invece per la Serie A italiana.

Il confronto è totalmente a favore dei campioni inglesi, dagli incassi derivanti dai diritti tv (2,3 miliardi di sterline a stagione), dalle sponsorship e diritti commerciali (1,6 miliardi), dagli incassi allo stadio (600 milioni), fino ad arrivare al ticketing.

Previous post

Adidas e UEFA presentano il pallone ufficiale della finale di Champions League 2022

Next post

La Serie A presenta ricorso contro il sistema di licenze nazionali

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.