All newsAltri eventiCalcioChampions LeagueDiritti TelevisiviEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàSerie A - Serie BSport Business

Vulpis (Zona11PM): L’ingresso di nuovi soci stranieri nell’Inter è una opportunità

“Partiamo dal dato più macro che è quello dell’esposizione finanziaria: siamo sui 417 milioni di euro, è bene però fare un distinguo. Questa cifra è “figlia” del Triplete, quindi nasce nel 2010 con tutta una serie anche di errori sul terreno del monte salari dei calciatori. Subito dopo la vittoria del Triplete, per esempio, l’Inter ha dovuto pagare premi “faraonici” ai giocatori, per non parlare dei rinnovi di giocatori. Chiaro che questo “gigantismo” morattiano ha generato indubbiamente una situazione che viene ereditata da Erick Thohir.

Il magnate indonesiano si ritrova una società tutta da ricostruire, con un fatturato nettamente inferiore rispetto a quello che aveva prima lo stesso Massimo Moratti, che comunque ha iniettato denaro per oltre un miliardo e trecento milioni in diciassette stagioni.

Alessandro Antinelli nel pre-puntata di Zona11PM su RaiSport

Alessandro Antinelli nel pre-puntata di Zona11PM su RaiSport

Questo che cosa ha comportato? Inevitabilmente che Thohir non è entrato nell’Inter con un investimento diretto in conto capitale, cioè non mette tutti i soldi sul piatto e li lascia nella società. Parte con un investimento da 75 milioni e il restante 108 li presta di fatto all’Inter. Da questo punto di vista sono due modalità differenti d’intervento, Thohir certamente non fa quello che hanno fatto i cinesi ultimamente sul Manchester City, che comprano il 13% e investono circa quattrocento milioni di euro.

Questo apre tra l’altro una seria riflessione sulla tipologia di investitori che arrivano sul mercato italiano, molto differenti rispetto a quelli che troviamo in Premier League. I 230 milioni di euro verso banche sono soprattuto verso Goldman Sachs, è un maxi-finanziamento con una rata da 180 milioni nel 2019, Thohir dice che il piano è da cinque anni, se deve pagare 184 milioni nel 2019 come fa a pagare questa cifra se oggi ha 181 milioni di fatturato?

La maxi-rata da Goldman Sachs ad oggi andrebbe coperta solo dal fatturato, quindi dev’esserci un’esplosione della leva dei ricavi e non credo che in cinque anni Thohir abbia risolto tutti i problemi del club. Servono pertanto degli investitori nuovi. Questo fatto però non lo vedo come una criticità, ma come un’opportunità.

Thohir per diventare grande deve legarsi ad altri investitori e Moratti deve capire cosa fare con il suo 29.5%. L’Inter non può stare più di due anni fuori dalla Champions League, deve rientrare e rimanerci con continuità; questa rotazione di squadre che vanno in Champions non aiuta la crescita dei top club.

Secondo Forbes l’Inter vale 439 milioni di dollari, la Juventus è stimata il doppio» – lo ha dichiarato il giornalista economico-sportivo Marcel Vulpis, durante un suo intervento a Zona11PM su RaiSport.

Fonte: Inter-News.it

Previous post

Sesti (FMI) replica al servizio di Striscia La Notizia

Next post

Moxoff “Technology Partner” del Consorzio Vero Volley

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.