About The RugbyAll newsAltri eventiAltri SportBrandDiritti TelevisiviEventihome pageIstituzione e AttualitàPunto e a CapoRugbySport Business

Sky si aggiudica i diritti televisivi del Sei Nazioni di rugby

(di Guido Paolo De Felice) – È ormai questione di limare gli ultimi dettagli, ma Sky Sports Italia è pronta a siglare il contratto con il Six Nations Rugby, riaccogliendo nel proprio palinsesto un torneo che aveva trasmesso per l’ultima volta nell’ormai lontano 2013.

L’accordo definitivo sarà particolarmente ricco per tutti gli appassionati, in quanto includerà non soltanto i diritti per il Sei Nazioni maschile e per le Autumn Nations Series, ma anche il Sei Nazioni femminile ed il Sei Nazioni U20 maschile.

In questo scenario, Sky sostituirà, quindi, il media group Discovery (che aveva trasmesso il torneo sul proprio canale DMAX fin dal 2014) in qualità di unica emittente detentrice dei diritti sul territorio italiano. Il primo evento ad essere trasmesso sarà il torneo U20 che avrà inizio il prossimo 19 giugno.

Benjamin Morel, amministratore delegato del Six Nations Rugby, ha dichiarato in merito: “Sky Italia è sinonimo di eccellenza nelle trasmissioni sportive e siamo davvero lieti di aver stretto questa partnership. Non vediamo l’ora di lavorare a stretto contatto con loro per raccontare la storia dei nostri grandi campionati ai tifosi italiani e continuare a far crescere la cultura sul nostro sport in tutto il Paese“.

Visibilmente soddisfatto anche Marzio Innocenti, presidente della Federazione Italiana Rugby (FIR): “Siamo lieti di dare il bentornato a Sky Italia nella famiglia del rugby italiano, potendo offrire un livello di copertura senza precedenti delle nostre squadre nazionali. Sky giocherà un ruolo fondamentale nel far avvicinare al nostro sport nuovi spettatori, portando l’emozione e l’atmosfera dei più grandi campionati di rugby nelle case dei tifosi.

Va sottolineato – aggiunge Innocenti – come Sky da sempre abbia posto grande attenzione sullo sport femminile, pertanto siamo particolarmente entusiasti di lavorare insieme al Campionato femminile, garantendo il miglior palcoscenico possibile per le nostre Azzurre e ispirando le nuove generazioni ad avvicinarsi al nostro gioco.

Con questo importante accordo, il Six Nations Rugby rafforza ulteriormente la propria visibilità nei Paesi partecipanti al torneo. Difatti, dopo gli accordi con le emittenti in chiaro BBC e ITC nel Regno Unito, l’emittente pubblica RTÉ e Virgin Media Television in Irlanda, resta ancora esclusa la Francia, quale unico paese partecipante al Sei Nazioni senza un nuovo contratto in essere per quanto riguarda i diritti televisivi. L’emittente pubblica France Télévisions, infatti, usufruirà dell’ultimo anno di contratto ancora in essere, relativo al precedente accordo stilato su base quinquennale.

Previous post

Multa da 22 milioni di sterline per i club inglesi aderenti alla European Super League

Next post

Canal Plus abbandona la Ligue 1 dopo l’acquisizione dei diritti da parte di Amazon

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.