All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioDiritti di immagineEconomia E PoliticaEventiPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoSerie A - Serie B

Parola e quella rovesciata romantica, icona del football

(di Massimiliano Morelli) -Storie d’un calcio romantico e di un passato che non torna, storie di calcio diverse da quelle d’oggigiorno, incorniciate da wags, noiosi salotti televisivi, finte ipotesi di mercato e liquidità finanziarie inconcepibili non solo per l’allenatore della Lazio Maurizio Sarri, ma anche – ne siamo certi – per la stragrande maggioranza di chi ama il mondo-pallone. Storie da tramandare, e fortuna che restano tali, come la “zona Cesarini”, il “clamoroso al Cibali” e la rovesciata di Carletto Parola, quella che da mezzo secolo e spiccioli d’anni accompagna le bustine di figurine dei calciatori con la griffe Panini.

Quella di Carlo Parola, stopper classe 1921, non fu una rovesciata-gol, ma valse tanto quanto una rete. Perché in quella sfida fra la Fiorentina e la Juventus quel gesto atletico impedì alla formazione viola di avere la meglio sulla Vecchia Signora. Il lancio di Augusto Magli, poco prima del triplice fischio, stava per arrivare laddove Egisto Pandolfini, gioiello dei toscani, s’era appostato, quatto quatto, per scardinare la porta bianconera. Parola s’alzò in volo, gesto tecnico perfetto, e addio sogni di gloria toscana, mentre Corrado Banchi, fotografo di guerra prestato al calcio, immortalò uno dei gesti atletici più belli del football, la rovesciata. Talmente iconica, quella foto, che Giuseppe Panini pensò bene di acquistarne i diritti per incastonare l’immagine sulle bustine delle figurine dei calciatori. E la leggenda ebbe inizio.

Previous post

Al via il Coca-Cola Super Match. Coinvolti Gli Autogol e BoboTv

Next post

Parte la 7a edizione del Corso di Alta Formazione "Finance per non Finance Manager"

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.