Olimpiadi – Fiamma Olimpica: il Comune di Bussoleno “ferma” la Coca Cola.

Nessuno stand e nessuna struttura con il logo Coca-Cola, sponsor delle Olimpiadi di Torino 2006. E’ questa la decisione presa dal sindaco Giuseppe Joannas (Rifondazione comunista), che venerdì ha firmato un’ordinanza per vietare qualsiasi “presenza olimpica” del colosso americano sui 37,38 chilometri quadrati del territorio comunale nella Bassa Val di Susa.

Un divieto assoluto anche contro il semplice transito dei camion con le insegne della multinazionale americana, durante il passaggio della fiaccola olimpica. Mario Pescante sottosegretario allo Sport e supervisore del Toroc, si è detto stupito che un “sindaco con la fascia tricolore possa prendere queste decisioni. Decisioni che mi amareggiano molto.Questa assenza di cultura, questo insieme di ignoranza e protagonismo danneggiano l’immagine di vita quotidiana dell’Italia e –ha concluso Pescante- rendono difficile una nuova candidatura per eventi olimpici”.

Previous post

Vela/CoppaAmerica - United Internet Team Germany si fa il look per la “prima”

Next post

Calcio - Esclusivo: il Consorzio “Calcio Italia” contro le "big"

Marcel Vulpis

Marcel Vulpis

1 Comment

  1. […] di Bussoleno, decide che il suo comune parteciperà al boicottaggio della Coca-Cola company e rifiuta il permesso alla multinazionale. Immediatamente si avvia una campagna stampa di criminalizzazione contro di lui. Contemporaneamente […]

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.