All newsDiritti di immagineEconomia E PoliticaFederazioni Italianehome pageIstituzione e AttualitàSport BusinessSport Federazioni

L’hockey prato italiano sceglie Teun de Noojer per le Accademie

Lo scorso 4 aprile 2016, la Federazione Italiana Hockey (FIH) ha ospitato Teun de Nooijer, campione olandese tra i più forti nella storia di questa disciplina, ora apprezzato allenatore.

Dopo la settimana trascorsa a Rotterdam Bloemendaal con i tecnici federali, il due volte campione olimpico di hockey prato ha partecipato alla fase di Area dei lavori dell’Accademia Nazionale di Hockey (nata da una idea del presidente Sergio Mignardi), partendo da Roma.

Nella mattinata, presso la Sala A di viale Tiziano, Teun ha tenuto uno “staff meeting” con i tecnici federali e con i tecnici giovanili dell’Area 3 che hanno inteso rispondere all’invito FIH. Nel pomeriggio, il talento olandese si è spostato al CPO Acqua Acetosa di Roma, dove ha supervisionato (ma anche interagito ne) i lavori che i tecnici dell’Accademia (Bianco, Da Gai e Giorgi) hanno guidato, sulla scorta delle indicazioni ricevute proprio nella settimana “full immersion” di Rotterdam Bloemendaal del mese scorso. Presenti atleti (delle società di area 3) di classe 2001-03 e 2004-06, sui quali si è lavorato in momenti distinti.

Per de Nooijer si tratta della prima, di cinque, tappe italiane, che rientrano nel percorso accademico programmato dall’Area Tecnica FIH: ogni lunedì, per cinque settimane consecutive (a eccezione del Primo Maggio) l’olandese sarà in una città italiana per seguire e proseguire il lavoro che ha avuto l’abbrivio proprio presso l’accademia che porta il suo nome (“Teun de Nooijer Academy”).

Nella lunga giornata romana di Teun c’è stato anche un importante momento istituzionale, con la visita dell’ambasciatore olandese in Italia, Joep Wijnands, che tra le 16 e le 17 si è trattenuto presso il Centro di Preparazione Olimpica Acqua Acetosa con Teun (“il più forte giocatore olandese di tutti i tempi”, secondo l’ambasciatore – e non solo secondo lui) e con la delegazione FIH composta dal vice presidente vicario Sebastiano Scalisi, dal vice presidente Enrico Medda, dal consigliere federale e responsabile del progetto Accademia Nazionale di Hockey, Marco Bonacini, e dal direttore e vicedirettore dell’Area Tecnica, Pierpaolo Giuliani e Marco Grossi. La Federazione ha consegnato a Wijnands una maglia (personalizzata) della nazionale italiana e una pallina dell’Accademia, firmata da Teun; de Nooijer lunedì prossimo, 11 aprile, sarà a Genova (Area 1) per dare continuità al progetto federale, centrato sull’importanza della formazione giovanile.

Previous post

Venticinque Sì per lo stadio del Cagliari calcio

Next post

Match-fixing: un affare da 15 mld di dollari per la criminalità

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.