All news

Laureus Christmas Charity Week 2020: il live show “More Than A Game”, condotto da Federica Masolin e Pierluigi Pardo

Si terrà mercoledì 9 dicembre, dalle ore 19, “More Than A Game”, l’evento digitale in diretta streaming da Villa Mozart a Milano che chiuderà l’asta online di raccolta fondi (attiva qui fino al 9/12 https://www.charitystars.com/event/more-than-a-game-it) e la Laureus Christmas Charity Week 2020. Sarà possibile seguire l’evento dalla pagina dedicata su Charity Stars e dal profilo Facebook di Laureus Italia al seguente link:https://fb.me/e/34kSh5L21

A condurre la kermesse digitale saranno Federica Masolin, volto di Sky SPORT F1 e dal 2019 testimonial della campagna SMS di raccolta fondi per la Fondazione, e Pierluigi Pardo, noto telecronista sportivo attualmente in forza a Mediaset e DAZN. L’evento, inoltre, vedrà la partecipazione di attori, giornalisti e conduttori come Giovanni Bruno, Gianluca Gazzoli, Serena Autieri e Rudy Zerbi. Non mancheranno, infine, gli storici Academy Member e Ambassador Alessandro Del Piero, Davide Oldani, Bebe Vio e Danilo Gallinari, affiancati quest’anno da due importanti novità.

Durante il live show, organizzato dall’agenzia Beulcke+Partners (www.beulckepartners.it), si esibirà inoltre la pianista e compositrice Roberta Di Mario, accompagnata da uno straordinario e innovativo pianoforte blu cobalto, lo Zanta ZB200.

L’asta benefica ha visto la partecipazione di importanti brand che hanno donato pezzi unici e di valore per la causa di Laureus, come: ABTECH Lab, Baume & Mercier, Buccellati, Cartier, Caruso, Chloé, FAY, Ferrari Trento, Gruppo Lunelli, IWC Schaffhausen, Jaeger-LeCoultre, Le Dimore del Quartetto, Mercedes-Benz Italia, Moncler, Montblanc, Piaget, Roberto Garbarino, Roger Vivier, Serapian, Sky Italia, Smart e-cup, Technogym e Tod’s.

Il titolo della Laureus Christmas Charity Week 2020, “More Than A Game – Lo sport ci rende migliori”, racchiude in sé il significato intrinseco dello sport, capace di unire le persone verso un obiettivo comune, incentivare alla solidarietà, alla collaborazione e appianare le differenze di genere o di provenienza, creare non solo atleti ma persone migliori. Proprio questo, infatti, è l’impegno di Laureus Italia Onlus, che dal 2005 sviluppa e sostiene numerosi progetti rivolti a minori in condizioni di deprivazione socio-economica, aiutandoli ad integrarsi in una comunità e ritrovare in essa le risorse per rimettersi in gioco, proprio come accade all’interno di una squadra.

In un momento complesso ed incerto come quello che stiamo vivendo, la Fondazione Laureus ha deciso di dare voce alle incredibili storie dei campioni dello sport che hanno trovato la forza d’animo necessaria per sconfiggere un’ingiustizia e superare i propri limiti, divenendo così un esempio e una fonte d’ispirazione per tutti noi.

Previous post

Clamoroso a Parigi, PSG-Basaksehir sospesa per presunta frase razzista del quarto uomo: ecco quando verrà giocata

Next post

Christian Vieri e Bernardo Corradi insieme a Manpower promuovono lo sviluppo professionale di giovani talenti negli eSports

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.