All newsAltri eventiAziendeBrandCalcioCalcio.InternazionaleChampions LeagueEconomia E PoliticaEventiFIFA - UEFAhome pageIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a Capo

LA FINALE DELLA UEFA CHAMPIONS LEAGUE 2021 SI DISPUTERA’ IN PORTOGALLO

(di Lorenzo Di Nubila) – La finale tutta inglese della Uefa Champions League (UCL) del 29 maggio è stata trasferita nella città portoghese di Porto, come annunciato dalla stessa UEFA.

La partita tra Chelsea e Manchester City si sarebbe dovuta disputare a Istanbul, ma il Regno Unito ha inserito proprio la Turchia nell’elenco delle nazioni ad alto rischio per i viaggi internazionali a causa della pandemia. Di conseguenza l’Uefa ha deciso di optare per altre location, scegliendo, dunque, l’Estadio do Dragao (stadio che ospita le partite casalinghe del Futebol Clube do Porto). Tra le tante opzioni, c’era anche quella di disputare l’incontro a Londra, a Wembley, ipotesi, poi, scartata.

Sarà, inoltre, possibile assistere alla finale dagli spalti e, in tal senso, la Uefa ha confermato che 6.000 biglietti saranno messi a disposizione a ciascuna delle due tifoserie.

In riferimento a ciò, la UEFA ha dichiarato in un comunicato: “La finale era originariamente prevista allo stadio Olimpico Ataturk di Istanbul ma, in seguito alla decisione del governo del Regno Unito di inserire la Turchia nella sua lista rossa delle destinazioni di viaggio del Covid-19, organizzare la finale lì avrebbe impedito ad entrambe le tifoserie di assistere alla partita dagli spalti”.

Dopo un anno in cui i tifosi sono rimasti chiusi fuori dagli stadi, l’Uefa ha pensato che fosse necessario fare di tutto per garantire la partecipazione dei tifosi delle due squadre finaliste.

“L’UEFA ha discusso lo spostamento della partita in Inghilterra ma, nonostante gli sforzi esaurienti da parte della Federcalcio e delle autorità, non è stato possibile ottenere le necessarie esenzioni dagli accordi di quarantena del Regno Unito”, conclude la Uefa.

Il Portogallo pertanto ospiterà la finale di Champions League per il secondo anno consecutivo, visto che lo scorso anno toccò a Lisbona.

Il presidente della Uefa Aleksander Ceferin ha dichiarato: “Ancora una volta ci siamo rivolti ai nostri amici in Portogallo per aiutare sia l’Uefa che la Champions League e sono, come sempre, molto grato alla Federcalcio Portoghese e al governo portoghese per aver accettato di mettere in scena la finale con un preavviso così breve. Penso che possiamo essere tutti d’accordo sul fatto che speriamo di non vivere mai più un anno come quello che abbiamo appena vissuto”.

Previous post

L'analisi degli errori del progetto Super League

Next post

Esports: una nuova industria nel mercato dello sport. Webinar specialistico coordinato dall'Ordine degli Avvocati di Roma

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.