All newsAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaEmergenza CoronavirusEventiFIFA - UEFAhome pageIstituzione e Attualità

La FIFA rinvia le Coppe del Mondo U-20 e U-17 al 2023

(di Alessandro Presta) – Novità per i Campionati del Mondo di calcio giovanile. Secondo quanto riporta il portale specializzato “Sportbusiness”, la FIFA ha rinviato il calendario per la Coppa del Mondo under 20 (in Indonesia) e under 17 (in Perù) al 2023. I tornei erano previsti per quest’anno tra maggio e giugno, ma la pandemia ha costretto gli organizzatori a rimandare l’evento.

L’Indonesia ha ottenuto la nomina per ospitare la Coppa del Mondo under 20 nell’ottobre del 2019, dopo una votazione nella riunione del Consiglio FIFA a Shanghai (Cina). Nell’incontro si doveva decidere tra il paese orientale, il Brasile e il Perù. Gli altri candidati della Confederazione calcistica asiatica come Myanmar, Thailandia, Bahrein, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti hanno ritirato la propria candidatura dopo aver precedentemente espresso interesse.

Il rinvio della competizione internazionale è stato commentato dal presidente della Federazione calcistica dell’Indonesia (PSSI), Mochamad Iriawan, il quale ha dichiarato che tutti i preparativi relativi alla Coppa del Mondo Under 20 sono stati fatti al massimo delle loro possibilità. Il PSSI ha già fatto sapere di rispettare la decisione, approvando il rinvio dell’evento. La Federazione indonesiana ha anche promesso di impegnarsi assieme alla FIFA, al Comitato organizzatore indonesiano della Coppa del Mondo (INAFOC) e alle città ospitanti per organizzare l’edizione nel 2023.

L’epidemia Covid-19 continua quindi a causare ostacoli per l’ospitalità e la gestione di eventi sportivi internazionali. La ragione principale deriva dalle restrizioni vigenti sui viaggi. La FIFA ha comunque ringraziato (attraverso un comunicato ufficiale) i paesi ospitanti, per il loro impegno e per i preparativi dei tornei svolti finora.

Secondo il quotidiano “La Repubblica”, il Perù (fino allo scorso mese) registrava il 2° posto per vittime da Covid-19 in rapporto alla popolazione (115 morti ogni 100 mila abitanti). Invece, l’Indonesia ha attualmente il più alto numero di casi di coronavirus e di morti di tutto il sud-est asiatico. Recentemente il paese orientale ha anche vietato l’ingresso ai turisti britannici (dopo la scoperta della nuova variante del virus) e ha aumentato i requisiti necessari per entrare nel paese dall’Europa e dall’Australia.

Previous post

Scrivere il futuro dello sport-tech con Spin Accelerator Italy. Iniziativa di Trentino Sviluppo e Provincia autonoma di Trento

Next post

Stellantis: nasce il nuovo colosso dell'automotive. Sarà il 4° costruttore mondiale del settore

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.