All newsAltri eventiAltri impiantiAziendeEconomia E PoliticaEventiFormazione&Convegnihome pageIstituzione e AttualitàPrurito calcisticoPubblicitàPunto e a CapoTecnologia

Generazione Zeta: bella e (im)possibile. Un evento speciale a Milano per i 20 anni di SG Plus Ghiretti & Partners

SG Plus Ghiretti & Partners nell’ambito dei festeggiamenti per i suoi 20 anni di attività, organizzerà un workshop sulla “Generazione Z” e il rapporto tra sport e tecnologia. Un momento, aperto a tutti, per comprendere i linguaggi, i modi di comunicare, le abitudini e gli interessi, in particolar modo riferiti alla pratica e fruizione dello sport, di una delle fasce più giovani della popolazione, ma che già oggi riveste una straordinaria rilevanza in tantissimi ambiti della vita sociale nazionale ed internazionale.

L’obiettivo è quello di parlare di “Generazione Z” a “tutto tondo” partendo dalle evidenze statistiche e sociologiche della ricerca realizzata appositamente dall’Istituto Piepoli che il dott. Livio Gigliuto presenterà al workshop giovedì 2 dicembre, di cui anticipiamo tre dati:

  • 3 giovani su 4 fanno sport almeno una volta la settimana
  • Per il 35% dei giovani, tra i propositi per il futuro prevale “fare più sport”
  • I social superano la TV: tra i giovani è il mezzo di informazione prevalente e TikTok supera Facebook.

La Generazione Z è composta da oltre 10 milioni di persone.

Come afferma, nella sua presentazione Nicola Pongetti, Vice Presidente SG Plus sono croce e delizia per il mondo delle aziende e dello sport, poiché dettano mode e tendenze e già influenzano le strategie delle aziende e tra 15-20 anni e saranno coloro che contribuiranno a creare e gestire il Paese. Sono nativi digitali hanno altissime competenze tecnologiche, sono molto intuitivi, hanno un’elevata capacità di leggere le immagini, non hanno il timore del cambiamento ma soprattutto sono poco propensi al compromesso, sono esigenti, curiosi, selettivi, responsabili, impegnati con valori non negoziabili, si interessano diritti umani, inclusione, onestà, trasparenza, sostenibilità ambientale”.

Il logo di SG+

Una generazione che con lo sport ha un rapporto differente rispetto al passato: su questo tema Nicola Pongetti sfata alcuni miti su come la Zeta Generation segua e pratichi lo sport: “ I ragazzi della Gen-Z seguono lo sport, ma lo fanno in modo diverso rispetto agli adulti, sono meno interessati a vedere l’intero evento sportivo, amano gustare i momenti clou, le frazioni di partite e gli highlights, sono multiconnessi e preferiscono commentare l’evento con gli amici o con i follower, piuttosto che seguire la classica telecronaca. La Zeta Generation pratica più sport della generazione precedente, è più attenta all’alimentazione, al benessere e all’aspetto fisico; preferisce attività outdoor e cerca nuove sfide, è meno attratta dal risultato sportivo ma più attenta alla partecipazione, considera sport «qualsiasi attività fisica».

Parteciperanno al workshop anche Giorgia Villa, Atleta della Nazionale Ginnastica Artistica Femminile, Yuri Romanò e Paolo Porro, Atleti della Powervolley Milano, Mauro Berruto, coach, giornalista e storyteller, Massimo Achini, Presidente CSI Milano, Alberto Nobis, CEO DHL Express Europe, Federico Smanio, CEO Wylab, Enrico Gelfi, Presidente EIS, Ludovica Mantovani, Presidente Divisione Calcio Femminile FIGC.

Il workshop sarà moderato da Roberto Ghiretti (nella foto sotto), CEO SG Plus Ghiretti & Partners.

Un’immagine di Roberto Ghiretti fondatore di SG Plus Ghiretti & Partners

Previous post

Un anno di attività di Sportcity nelle parole del presidente Fabio Pagliara

Next post

Istituzioni e leggende bianconere alla Dacia Arena per i 125 anni del club

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.