All newsAltri eventiAziendeBetting & GamingCalcioCalcio.Internazionalehome pageIstituzione e AttualitàSport BusinessSport e Scommesse

Burnley nuova favola calcistica della Premier league?

Costerà loro una fortuna, ma tutto sommato il trionfo del Leicester è stato anche un gran ritorno di immagine per i bookmaker. Soprattutto per quelli inglesi, che pagheranno circa 13 milioni di euro in vincite per le puntata piazzate sulle The Foxes campioni, ma in cambio si sono presi le prime pagine dei giornali, grazie alla più alta scommessa mai pagata nella storia del calcio inglese: 5000 volte la posta era la quota a inizio stagione sul trionfo di Ranieri.

E qualcuno tra gli allibratori d’oltremanica, nonostante la batosta, sfida la fortuna: ad esempio, riferisce Agipronews, il bookmaker Betfred ha deciso di offrire a 5000 volte la scommessa il trionfo del Burnley, neopromosso, nella prossima Premier League: «Qualcuno dirà che non abbiamo imparato la lezione – ha spiegato alla stampa britannica Fred Stone, boss di BetFred, ma non credo che possa ripetersi un’impresa del genere nel 2017». Qualcun altro invece ci va più cauto. «L’incredibile è diventato realtà – spiega la sigla inglese SkyBet al Daily Mail- adesso stiamo pagando quegli scommettitori che di solito vengono presi in giro dagli amici a inizio stagione. Dopo quest’impresa ci aspettiamo che qualcun altro provi il colpo, ma di sicuro non daremo il Leicester a 5000 per la prossima Premier League». Da William Hill, invece fanno sapere che il trionfo dei The Foxes ha battuto tutti i record di vincite per una scommessa singola. E ancora una volta è stato un italiano a far saltare il banco: «Pagheremo 2,7 milioni di euro in vincite, la cifra più alta da quando Frankie Dettori nel 1996 vinse tutte e sette le gare ad Ascot». Simile il bilancio di Bet365: «Un sogno è diventato realtà e il Leicester farà brindare tutti quelli che hanno puntato su una delle imprese più incredibili nel mondo delle scommesse: per noi il conto è da oltre 3,8 milioni di euro».

Previous post

Malagò si smarca dal doping e dalle incompatibilità Coni

Next post

GoPro rinnova la partnership con A.S.O. e Tour de France [VIDEO]

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.