All newsConiFederazioni Italianehome pageIstituzione e AttualitàParlamento e GovernoSport BusinessSport Federazioni

Progetto PD Sport. Solo buone intenzioni?

(di Gianni Bondini) – Stamattina, prima di pranzo, nella sala stampa di Montecitorio, solo “posti in piedi”. Come mai? Il PD, dopo la raccolta di firme della deputata Daniela Sbrollini (responsabile sport e welfare del partito di Renzi) ha presentato il disegno di legge su “educazione e cultura sportiva”.

I presenti erano tanti, compreso il capogruppo PD alla Camera, Ettore Rosato, che ha accompagnato gli interventi di Daniela Sbrollini (relatrice del ddl e responsabile del PD per Sport e Welfare), Bruno Molea (vice-presidente commissione Cultura alla Camera e deputato di Scelta Civica), Carlo Tavecchio (presidente FIGC) e Francesco Soro (capo gabinetto del CONI). Tante anche le firme raccolte e gli ospiti in sala (i giornalisti RAISport Enrico Varriale e Jacopo Volpi, Andrea Abodi presidente Lega serie B, Pino Capua, l’on. Laura Coccia responsabile delega calcio del PD e Marcel Vulpis responsabile nazionale Sport Scelta Civica). Assente giustificata, per impegni sportivi, l’on. Valentina Vezzali (Scelta Civica).

Si è sottolineato che il disegno è un passo verso la legge quadro sullo sport e che nelle prossime settimane sarà organizzato un convegno di approfondimento.

Un bisogno legislativo sollecitata anche dal presidente del calcio Carlo Tavecchio, contrarissimo, però alla creazione di un Ministero dello sport senza portafoglio. Tavechio vorrebbe un ministro “vero”. Se non è possibile, meglio che pensi a tutto il Coni.

Tante le proposte, far queste quella sul riconoscimento ufficiale delle figure dell’ “educatore motorio sportivo, del manager di sport e delle associazioni professionali per l’aggiornamento sportivo.

Anche la presenza dell’attività motoria nella scuola primaria è stata “evocata” in questo “libro delle buone intenzioni”.

Vogliamo essere chiari: i progetti, le indicazioni legislative e le promesse sono ottime, ma la pratica e i meccanismi sono labili, anzi, pressoché inesistenti.

Ci scusi l’onorevole Laura Coccia (PD), è un po’ come l’appoggio al suo disegno di legge “Per l’attività motoria ma nella scuola primaria”. Bellissima idea, almeno due ore a settimana di avvicinamento allo sport. L’ora di attività è diventata una e poi…si attendono notizie sul ddl Coccia.

Previous post

“W Lo Sport” BNL e CONI per la pratica sportiva

Next post

Nerio Alessandri vince il premio Mecenate dello Sport 2015

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.