All newsCalcioCalcioCalcio.Internazionalehome pageIstituzione e AttualitàLigue 1SponsorshipSport Business

LIGUE 1: GLI SPONSOR DEL BORDEAUX E DEL RENNES SOSPENDONO I LORO CONTRATTI

(di Sejon Veshaj) – Oltre alle diatribe legate ai diritti televisivi, la pandemia da Covid-19 sta creando tensioni anche sul fronte delle sponsorizzazioni interne delle società sportive. In Ligue 1 (massimo campionato francese), la catena di ristoranti francese Bistro Régent ha sospeso il suo accordo economico con il Football Club des Girondins de Bordeaux per la sponsorizzazione delle divise sportive.

Bistro Régent è stato in grado di attivare una clausola nel suo contratto che consentiva la sospensione della sponsorizzazione in caso di provata crisi sanitaria.

A tal proposito, il proprietario della catena Bistro Régent Marc Vanhove ha dichiarato a L’Équipe: “Non chiedermi perché ho inserito questa clausola. Non pensavo che sarebbe servita. In ogni caso, la mia sarà una decisione volta al benessere finanziario di Bistro Régent”.

Il magnate della ristorazione prosegue: “Anch’io ho un’attività commerciale e non ho più entrate. Tutto dipende dalla data di ripresa stimata dalla FFF (Fédération Française de Football. Certo, se perdiamo il 40% del fatturato nei prossimi sei mesi capite bene la situazione…”

Si ritiene che l’attuale accordo tra Bistro Régent e il Bordeaux valga circa 1,4 milioni di euro (1,5 milioni di dollari) all’anno fino al termine della stagione 2022-23.

Sulla scia del club girondino, anche l’azienda leader dei servizi integrati alle aziende SAMSIC, sponsor ufficiale dello Stade Rennais Football Club, potrebbe temporaneamente interrompere l’accordo economico con il club della Bretagna.

Christian Roulleau, fondatore di SAMSIC, ha dichiarato alle fonti francesi: “Pagheremo ciò che ci spetta se il campionato finirà regolarmente. Altrimenti dovremo discuterne. Siamo tutti in difficoltà, questi non sono momenti facili da superare.”

L’ultimo rinnovo contrattuale tra la multinazionale francese e il club bretone è stato esteso fino al 2024 e prevede per le casse della società di Roazhon Park un’entrata di 2,5 milioni di euro a stagione.

Un club che di certo non risente tali preoccupazioni contrattuali è il leader incontrastato del campionato francese, il Paris Saint-Germain. Sebbene il settore alberghiero sia stato gravemente colpito dall’emergenza sanitaria, il gruppo Accor Live Limitless (jersey sponsor del PSG in questa stagione) ha già pagato i 65 milioni di euro dei 70 milioni previsti nel suo contratto di sponsorizzazione.

Tuttavia, il capo di Accor Sebastien Bazin ha rilasciato alcune dichiarazioni riguardo agli accordi della prossima stagione, suggerendo eventuali modifiche contrattuali qualora l’attuale campionato venisse sospeso definitivamente.

Bazin ha dichiarato al sito Web di RMC Sport: “I nostri pagamenti annui sono effettuati in due rate. Abbiamo pagato la prima tranche a gennaio. Per quanto riguarda la seconda rata di luglio, aspettiamo la ripresa della stagione. In caso contrario, sarà bene discutere necessarie modifiche contrattuali, soprattutto in vista della prossima annata”.

Previous post

Emergenza Coronavirus: Lega B trova l'accordo sui salari dei tesserati

Next post

Emergenza Coronavirus: la FISE scende in campo per sostenere concretamente i propri associati

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.