All newsAltri eventiAltri SportAltro MotoriAziendeBrandEconomia E PoliticaFormula 1PartnersPubblicitàPunto e a CapoSponsorshipSport Business

Liberty Media lancia il progetto “regional sponsorship”

 

La compagnia petrolifera Petronas (con base in Malesia) è diventata il primo “regional sponsor” nella storia della Formula Uno, gestita dalla compagnia americana Liberty Media. 

Il contratto in esame copre la Cina, l’Italia e il Messico. Il nome e il logo del colosso malese saranno visibili solo in questi tre mercati (da qui il termine di “regional sponsor”). Durata e valore economico di questa partnership (mutuata dalla esperienza calcistica di diversi top football club) non sono stati ancora ufficializzati. Petronas è già presente nel mondo dei motori: dal 2010 infatti è title sponsor della scuderia Mercedes F.1. Questa collaborazione rafforzerà la presenza del mercato soprattutto in queste tre specifiche aree geografiche. In precedenza la compagnia malese ha sponsorizzato l’F1 festival di Shanghai ed è stato uno dei partner delle Formula One championship nelle scuole, per individuare nuovi fan e magari giovani talenti per il settore dei motorsports in Cina. 

Come ricordato anche in una recente intervista, da Zahariah Abdul Rahman, general manager del gruppo di comunicazione strategica di Petronas, “questo accordo conferma l’impegno del marchio nel mondo della F.1. e servirà a rafforzare la brand-building. Petronas era già entrata nella Formula Uno nel 1995 quando diventò partner della scuderia Sauber, tenendo un ruolo centrale nella nascita e sviluppo, fino ad oggi, del gran premio di Malesia. Infine, sempre Petronas, ha firmato, lo scorso luglio, un’estensione pluriennale della title-sponsorship con il team Mercedes”. (SkeetGp: portale di approfondimento di economia e politica nei motorsports)

Previous post

Il sindaco De Magistris si sfoga su Facebook per il suo Napoli

Next post

Lega, ci si rivede il 7 maggio. Annullata una delle due riunioni in programma. Si attende sentenza sull'istanza di Sky

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.