All newsAltri eventiEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàOsservatorio PoliticoParlamento e Governo

Elezioni Europee: “The Day After”. Nulla sarà più come prima.

Non è prevista la crisi (almeno per il momento), ma niente sarà più come prima. Invertiti i rapporti di forza tra M5S e Lega. Per i “pentastellati” un knockout durissimo. 

La Lega di Matteo Salvini ha trionfato alle Europee (34,33% alla Lega e 2,2 milioni di preferenze personali). Si prevede a breve pressing sull’agenda del governo, a cominciare dai temi “caldi” come la TAV e Autonomia (nell’area del Nord Italia).

Matteo Salvini sul palco di Bologna durante la manifestazione “Blocca Italia” – foto tratta dal profilo Facebook di Salvini

Per il M5S di Luigi Di Maio una vera e propria disfatta (17,07%). Il ministro del Lavoro e del MISE non si dimetterà e chiederà al premier Giuseppe Conte un vertice di governo. Il Pd è secondo partito col 22,69%. Seggi anche per FI, in calo all’8,79% e Fratelli d’Italia che vola al 6,46%.

In Europa si parla già di un ruolo di Commissario Europeo per Giancarlo Giorgetti (nella foto insieme al presidente del Coni – durante un recente convegno), attuale sottosegretario di Stato con delega allo Sport. 

Previous post

Gravina (FIGC): Non sono preoccupato per la situazione della Serie B.

Next post

Balata (Lega B) convoca il 30 maggio il Consiglio Direttivo sul tema PlayOut

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.