All newsAltri eventiAziendeBundesligaCalcioCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàSponsorshipSport BusinessStadi di calcioTecnologia

Amburgo SV: il magnate Kuehne pronto a rinegoziare diritti naming del Volksparkstadion

(di Dario Leo) – L’Amburgo SV (quest’anno militante nella Bundesliga2, la serie B di calcio tedesca) negozierà con l’investitore Klaus-Michael Kuehne l’estensione dei diritti di denominazione per il Volksparkstadion.

Come informa la Kuehne holding AG, organo di stampa uffciale della holding guidata dal magnate tedesco, i negoziati tra le parti sono attualmente aperti, e si tratta per un estensione da uno a due anni su scala ridotta.  Le cifre sulle quali si sta trattando non sono ancora note.

Il precedente accordo con Keunhe, ufficializzato nel 2015,ed in vigore fino al 2019, fruttava alle casse del club tedesco circa 4 milioni di euro all’anno, ponendo l’Amburgo al quarto posto nella speciale classifica di introiti da  “naming rights” in Germania, dietro le più blasonate Bayern Munchen (Allianz, 6 milioni di euro), Schalke 04 (Veltins, 6 milioni di euro) e Borussia Dortmund (Signal-Iduna, 5,8 milioni di euro).

La notizia giunge in un’annata particolare per la società anseatica, che, per la prima volta, a maggio scorso, ha conosciuto l’onta della retrocessione dalla Bundesliga, cancellando il vanto di essere l’unica squadra tedesca ad avervi preso parte in ogni sua edizione dalla fondazione nel 1963. Attualmente l’Amburgo è saldamente al comando della Zweite Bundesliga, la seconda serie tedesca, ed il probabile ritorno nella massima serie può essere un volano per le partnership commerciali del club.

Lo stadio di Amburgo ha una storia ormai quasi ventennale di sponsorizzazioni sulla denominazione: Dal 2001 al 2007 è stato denominato AOL Arena, dal 2007 al 2010 Nordbank Arena, dal 2010 al 2015 Imtech Arena, mentre dopo l’accordo con la Kuenhe holding AG ha mantenuto la sua originale denominazione di Volksparkstadion.

L’estensione dell’accordo rinsalderebbe il profondo legame tra Klaus-Michael Kuenhe e la città di Amburgo, dove egli è nato e vissuto. Ottantunenne, Kuehne è presidente onorario di Kuenhe + Nagel International AG, multinazionale di logistica con sede a Schindellegi (Feusisberg), in Svizzera, dopo aver svolto la carica di amministratore delegato dal 1966.

La sua holding possiede moltissime partecipazioni nel settore ferroviario e assicurativo a livello europeo. Figlio unico, e senza figli, Kuenhe, secondo la classifica stilata nel 2018 dalla rivista Forbes, occupa la 91ima posizione, con un patrimonio stimato in 13,2 miliardi di dollari, e ha dichiarato che. dopo la sua morte, il patrimonio verrà gestito dalla Fondazione di beneficenza da lui stesso creata e sostenuta.

Previous post

GOOGLE CLOUD ENTRA NEL MONDO DELLO SPORT: SIGLATO ACCORDO COI GOLDEN STATE WARRIORS

Next post

Juventus Bond, emissione da 175 milioni lanciata con successo

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.