All newsAltri eventiCalcioFederazioni ItalianeGiustizia Sportiva

Il TAR del Lazio condanna la Federcalcio ad una sanzione amministrativa

Il TAR del Lazio, con sentenza n. 7177 del 04.06.2019, confermando quanto già stabilito in sede cautelare, ha ritenuto perfettamente legittimo il provvedimento dell’Autoritá Garante della Concorrenza e Mercato (AGCM), con il quale é stata irrogata alla FIGC la sanzione amministrativa di oltre 3 milioni di euro, per aver introdotto regolamentazioni “in grado di frapporre ostacoli al libero accesso” al mercato dei servizi professionali resi da Direttori Sportivi, dagli Osservatori Calcistici e dai Match Analyst.

Tale sentenza ha confermato la tesi da sempre portata avanti dall’Assoanalisti AIAPC (Associazione Italiana Analisti di Performance Calcio), ovvero l’Associazione dei Match Analyst di Calcio italiani: il Match Analyst non é un allenatore di calcio, ma un esperto di analisi qualitativa e quantitativa, ovvero “un soggetto che non svolge la pratica sportiva ma le cui competenze sono funzionali allo svolgimento di un’attività economica che presenta un carattere sussidiario o ancillare rispetto a quella sportiva, la quale si incentra sulla conduzione tecnica della squadra ovvero sullo svolgimento delle prestazioni sul campo di gioco”.

Da oggi dunque, si legge in una nota, ogni match analyst sará libero di formarsi ove e come crede (il Corso FIGC é stato parificato in tutto e per tutto ai vari corsi alternativi, già riconosciuti e indicati da AIAPC sul proprio sito web www.assoanalisti.it ) e di offrire le proprie prestazioni professionali alle società calcistiche, nonché di ottenere il tesseramento presso la FIGC come Match Analyst. 

Previous post

Macron torna agli anni '90 per la maglia "home" del Real Sociedad

Next post

Storico accordo di sponsorizzazione per il Nottingham Forest

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.