Premier League

FOOTBALL MONEY LEAGUE 2012: INGHILTERRA BATTE ITALIA 4 A 2

Ben ritrovati cari appassionati di Football & Business.

Vorrei passare al setaccio un importante trattato economico-sportivo che ogni anno Deloitte compila basandosi sulla revenue (reddito) dei migliori club d’Europa: il Football Money League 2012.

Le squadre inglesi saranno le mie osservate speciali, data la natura anglocentrica del mio blog.

Se il Real Madrid ed il Barcellona staccano tutti con 479.5 e 450 milioni di euro, la Premier League domina per il numero di squadre nella Top Ten: (3) Manchester United 350 milioni di euro, (5) Arsenal 251 milioni di euro, (6) Chelsea 249 milioni di euro e (9) Liverpool 203 milioni di euro. 

Andando a spulciare bene i dati, possiamo vedere dove sta la grande differenza tra il football italico e quello dei maestri d’Albione:
se il Man United (prima classificata tra le inglesi) solo dal Matchday ricava il 33% dei suoi profitti (108 milioni) il Milan ne ricava appena il 15% (35 milioni), puntando tutto sui diritti televisivi 46% (97 milioni) contro l’appena 36% (119 milioni) dei diavoli rossi. 

Analizziamo ora le entrate dei diritti commerciali (diritti d’immagine, sponsor, etc.) sempre tra i due primi della classe d’Inghilterra e d’Italia:
la brand awareness dei mancuniani é una delle piú forti al mondo, ed anche i milanisti se la cavano abbastanza bene per quanto riguarda la spendibilitá del marchio.

Il Manchester United ricava ben 114 milioni di euro dal proprio portafoglio commerciale (31% sul totale), mentre il Milan 92 milioni, pari al 39% delle entrate totali.

Un bel colpo  per i colori rossoneri, soprattutto per quanto riguarda il mercato orientale dove furono i precursori dei club d’esportazione e delle tournee in Giappone.

Sembra noioso ricordarlo, ma sono gli introiti del Matchday che danno una visione incredibile di come in Inghilterra si viva il calcio (ed il business) in maniera totalmente diversa.
Lo United totalizza 72 milioni di euro da tutto ció che gira attorno al giorno della partita, mentre l’Arsenal ben 93 milioni di euro pari al 41% degli introiti del club! Seguono a ruota il Chelsea con 67 milioni di euro (30% sul totale) ed il Liverpool con 41 milioni di euro (22%).

Come se la passano invece le italiane? 
Ecco, io direi che i due maggiori club italiani in classifica se la passano molto male a riguardo: il Milan ricava appena 32 milioni di euro dal Matchday (14% sul totale) mentre l’Inter 29 milioni (16%).

Queste cifre fanno riflettere.

Fanno riflettere se pensiamo poi al modo di fare business al di qua ed al di la delle Alpi.

Ovviamente quale azienda farebbe affari senza un luogo propriamente dedito agli affari? E qui si ritorna al discorso trito e ritrito degli stadi di proprietá.

Se nel Regno Unito si punta molto sulla fedeltá del tifoso-cliente, sullo stadio di proprietá e sulla differenziazione del prodotto club, in Italia i diritti televisivi sono ancora la manna dal cielo non solo per le big, ma anche (soprattutto) per le squadre medio-piccole.

Le conclusioni le lascio stilare a voi.

Ma volete sapere qual’é la sorpresa di questa speciale classifica?

Il Bayern Monaco.

Si, i bavaresi vice-campioni d’Europa sono all’avanguardia rispetto non solo alle italiane, ma anche rispetto alle compagini Inglesi.

Dati alla mano, il caso Bayern é da studiare: 321 milioni di euro di ricavi, di cui ben 177 milioni arrivano dai diritti commerciali (56%) e 144 milioni (44%) salomonicamente divisi tra Matchday e Broadcasting. 

Ma la tutta la Germania domina per quanto riguarda la commercializzazione del prodotto calcio. 

Sia lo Schalke che l’Hamburg traggono dal commerciale il 57% ed il 47% del ricavo totale, percentuali davvero incredibili.

Le corrazzate inglesi sono avvisate, i club tedeschi potrebbero essere il nuovo modello del calcio europero: un modello di calcio sostenibile che forse, anche qui nel paese dei maestri, potrebbero vedere di buon occhio.


*fonte Deloitte Football Money League 2012


Previous post

Sport&Affari - I dolori del giovane Cristiano Ronaldo e le sirene del PSG

Next post

Social Media Major League Soccer MLS di Settembre

Matteo Bassan

Matteo Bassan

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *