All newsAltri eventiAziendeCalcioCalcio.InternazionaleEconomia E PoliticaFederazioni EstereFederazioni ItalianeFIFA - UEFAhome pageIstituzione e AttualitàSerie A - Serie B

Anche la Liga contro la Superlega: “Uccide i campionati nazionali”

Lo ha dichiarato oggi il presidente Tebas alla Gazzetta dello Sport

(di Luca Missori) – Dopo Germania ed Inghilterra, anche la Spagna si schiera ufficialmente contro la riforma della Champions League voluta dalla Uefa. Lo ha confermato il numero uno della Liga Javier Tebas in un’intervista alla Gazzetta dello Sport, giudicando la riforma inammissibile e potenzialmente in grado di distruggere i campionati nazionali.

Queste le parole di Tebas: “La Superlega è un modello pensato senza aver alcuna conoscenza degli effetti che si produrranno nel calcio nazionale e nei vari club e che tra l’altro non funzionerà. Pensano di poter creare una competizione che avrà un successo strepitoso e decisamente non è così”. Secondo il presidente della Liga inoltre i posti fissi per le squadre blasonate, le partite nei fine settimana e la riduzione del numero delle squadre che partecipano ai campionati nazionali“ridurrebbero di un 40% il volume d’ introiti dei club di un campionato. Il calcio non può essere ridotto ad un pugno di squadre. È la base del movimento che rende forte il nostro sport”.

Per Tebas però il problema non è solo economico: “La gente è legata al proprio campionato, al campanile. Il piatto principale del calcio in Europa è composto dai vari campionati, che storicamente si sono sempre giocati nei weekend con la Champions durante la settimana. Modificare questa struttura significa modificare la struttura economica del calcio ed è un rischio per l’industria calcio”.

Previous post

WNBA E AT&T: UNA PARTNERSHIP PER LO SVILUPPO DEL BASKET FEMMINILE

Next post

METTIAMOCI IN GIOCO, LO SPORT PER IL SOCIALE

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.