All newsAltri eventiCalcioCalcio.InternazionaleCalciomercatoEconomia E Politicahome pageIstituzione e AttualitàSerie A - Serie BSport Business

Un Derby del valore complessivo di 618 milioni di euro

Per il momento, almeno a livello di ingaggi il Derby di Milano vede in prima posizione l’Inter (314 milioni – valore “rosa”) rispetto all’AC Milan (304 milioni – valore “rosa”). Come correttamente ha sottolineato oggi Il Corriere dello Sport, c’è una stracittadina che si gioca fuori dal campo: è quello sul valore delle due squadre. In totale un Derby del valore complessivo di 618 milioni di euro. 

Con l’Inter che ha Icardi, il cui valore di cartellino è pari a 80 milioni di euro (contratto fino al 2021 per 4,7 milioni di euro), mentre Donnarumma si ferma, si fa per dire, a 60 milioni di euro con uno stipendio di 6 milioni di euro annui fino al 2021. Nel Milan Bonucci, arrivato dalla Juventus con una operazione da 42 milioni, si presenta con uno stipendio anche superiore a quello del n.1 rossonero (7,5 milioni di euro fino al 2022 – nonostante i 30 anni di età).

E’ nel complesso, considerando i valori espressi all’interno dei due team, il calciatore più pagato. Interessanti comunque i valori di Perisic (28 anni – contratto 2022 – stipendio 4,8 milioni), preso per 60 milioni, e di Skriniar (22 anni – contratto 2022 – stipendio 1,5 mln) con un cartellino da 45 milioni, entrambi in forza all’Inter. Sul fronte rossonero interessanti i parametri economici di Romagnoli (22 anni – contratto 2020 – stipendio: 2 milioni) e di Andrè Silva (21 anni – contratto 2022 – stipendio: 2 milioni), rispettivamente: 35 e 40 milioni di euro.

Previous post

I numeri del Derby di Milano. Mezza Cina ci guarda

Next post

L'Europa dichiara guerra alle combine sportive

Redazione

Redazione

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *