italiano

Entra |NewsLetter | Pubblicazioni | Contatti | RSS
L'Agenzia di informazione dello sport Business europeo



Home Page » Sport.Business » Roma 2009 Nuoto

18:47 - martedi 22 dicembre 2009

Roma2009 - Precisazioni Federnuoto (FIN) sul CdA di Roma09Share/Bookmark

In relazione all’articolo pubblicato in data odierna dal quotidiano La Repubblica, la Federazione Italiana Nuoto ha deciso di precisare quanto deliberato nella riunione del CdA di Roma 09 del 21.12.2009. Di seguito il comunicato stampa ufficiale della FIN.
"I Consiglieri di espressione del Comune di Roma non hanno approvato il conto consuntivo pluriennale 2006/2009 al 31.10.2009 oggetto della relazione del Comitato Organizzatore presentata dal Direttore Diacetti;
  
i Consiglieri di espressione della Federazione Italiana Nuoto non hanno approvato il conto consuntivo pluriennale 2006/2009 al 31.10.2009 oggetto della relazione del Comitato Organizzatore presentata dal Direttore Diacetti.
La decisione è stata adottata alla luce della relazione del Collegio dei Revisori dei Conti della F.I.N. che all’unanimità, compresi i Membri di nomina Ministero Economia e Finanze e C.O.N.I. ha definito allo stato inidonee le relazioni approntate dal Comitato Organizzatore Roma 09, ai fini dell’approvazione del conto consuntivo recante una lievitazione di costo dal giugno al luglio 2009 di € 9,7 milioni;
     
i Soci Comune di Roma e Federazione Italiana Nuoto, in attesa di un esame più approfondito del consuntivo, hanno assicurato, in via provvisoria, al Comitato, risorse finanziarie nella misura di € 1,75 milioni cadauno;
 
il CdA e la successiva Assemblea di Roma 09 all’unanimità ha rinviato la trattazione del consuntivo all’esito di ulteriori approfondimenti, disciplinando ravvicinata riunione nel prossimo mese di gennaio. 
 
Il Presidente della Federazione Italiana Nuoto Paolo Barelli  esprime soddisfazione "per il grande successo mediatico e sportivo riscosso dal Campionato del Mondo Roma 09 e del riverbero positivo che ha investito l'intero movimento natatorio e societario italiano"  e - come riportato in data odierna dal "Corriere dello Sport" - ribadisce che "non siamo felici di come sono andate le cose perché sarebbe stato meglio sapere che il budget era superiore a quello preventivato. Abbiamo chiesto ai tecnici un approfondimento sui conti ma, quando tutto sarà chiaro, siamo pronti ad onorare il debito", "siamo una federazione che si autofinanzia per il 75 per cento del nostro bilancio. Siamo in grado di farci carico della parte di disavanzo che ci spetterà".